26 02/2015

Comunicati Stampa

CDA approva Bilancio 2014

SIA: approvato bilancio 2014Scarica (PDF 143.53 KB)

Milano, 26 febbraio 2015 – Il Consiglio di Amministrazione di SIA, riunitosi sotto la presidenza di Giuliano Asperti, ha approvato il Progetto di Bilancio al 31 dicembre 2014.

I risultati conseguiti da SIA evidenziano un ulteriore miglioramento dopo quello registrato nell’esercizio precedente che già aveva mostrato un andamento fortemente positivo.
Tutti i target di ricavi e redditività del budget 2014 sono stati ampiamente superati. Altro importante obiettivo raggiunto è stato il rafforzamento della strategia di crescita internazionale di SIA anche attraverso lo sviluppo della più importante infrastruttura tecnologica pan-europea per i pagamenti al dettaglio in euro che gestisce i bonifici SEPA di Italia, Finlandia, Irlanda, Lussemburgo e di recente della Germania, oltre ai pagamenti cross-border di tutte le principali banche commerciali europee.

“In un contesto caratterizzato dal consolidamento dei sistemi di pagamento in Europa, i risultati del 2014 hanno testimoniato come SIA abbia perseguito l’obiettivo primario di crescita all’estero in un settore altamente innovativo e contraddistinto da una forte pressione competitiva. Il nostro approccio al mercato è stato premiato grazie all’elevata affidabilità e sicurezza dei servizi erogati ai clienti” ha dichiarato Massimo Arrighetti, Amministratore Delegato di SIA.

Il posizionamento del Gruppo SIA
Nel 2014, il Gruppo SIA ha confermato il proprio posizionamento di operatore leader nella fornitura di servizi tecnologici ad alta affidabilità per Banche, Imprese, Pubbliche Amministrazioni, Istituzioni Centrali e Intermediari finanziari, nelle aree dei pagamenti, monetica, connettività e mercati dei capitali. La copertura geografica dei servizi erogati dal Gruppo SIA si estende attualmente a oltre 40 paesi in Europa, Medio Oriente, Africa e Sudamerica.
In particolare nel 2014, il Gruppo ha ribadito il ruolo di primo piano nell’Area Unica dei Pagamenti in Euro alla luce della definitiva migrazione dei bonifici e degli addebiti diretti agli standard SEPA.
Sul fronte dell’innovazione, dopo aver progettato e realizzato un hub interoperabile per i pagamenti con cellulari dotati di tecnologia NFC (escluso Apple che a tutt’oggi non ha rilasciato le specifiche tecniche) e contribuito al lancio di iniziative di mobile payment con banche e operatori telefonici italiani, SIA ha presentato un servizio innovativo per pagamenti “Person to Person” (P2P), denominato “Jiffy”, che tramite un’app consente di inviare e ricevere denaro in tempo reale ai propri contatti, funzionante su tutti gli smartphone.
Grazie a questa nuova applicazione basata su bonifico SEPA, SIA ha lanciato per prima in Europa un servizio aperto a tutte le banche operanti nell’Area Unica dei Pagamenti in Euro, potenzialmente utilizzabile da oltre 400 milioni di correntisti europei, che coniuga la semplicità di un sistema di messaging con la sicurezza dei sistemi interbancari.
Nel corso dell’esercizio si è perfezionato l’acquisto del 68,6% di SIA da parte del consorzio formato da Fondo Strategico Italiano (FSI), F2i SGR eOrizzonte SGR. Tramite il loro investimento, FSI, F2i e Orizzonte hanno l’obiettivo di rafforzare ulteriormente il posizionamento internazionale di SIA, favorendone la crescita organica e per aggregazioni e facendo si che la società rivesta un ruolo primario nella digitalizzazione della Pubblica Amministrazione italiana, garantisca il presidio di servizi chiave per gli intermediari finanziari e le banche centrali, rafforzi la partnership strategica con Borsa Italiana e London Stock Exchange per le piattaforme MTS e Monte Titoli, funga da aggregatore di settore e promotore della diffusione della moneta elettronica in Italia.

Principali dati economico-finanziari della Capogruppo e consolidati 
I risultati ottenuti da SIA nel 2014 mostrano un miglioramento dell’utile netto, del margine operativo e dei ricavi rispetto all’esercizio precedente.

In dettaglio, aumenta il risultato netto d’esercizio con un utile di 59,6 milioni di euro, in crescita di 12,9 milioni di euro (+27,5%). In rialzo anche ilmargine operativo che raggiunge gli 81,9 milioni di euro con un incremento di oltre 15 milioni di euro (+22,5%). Il totale dei ricavi è salito a 336,9 milioni di euro con una crescita di 22,2 milioni di euro (+7%) rispetto al 2013. Il valore della produzione si attesta a 346,2 milioni di euro in progresso di 19,3 milioni di euro (+5,9%). I costi della produzione sono pari a circa 264 milioni di euro superiori di circa 4 milioni di euro (+1,7%).

A livello consolidato, il 2014 evidenzia un aumento del margine operativo pari a 95,2 milioni di euro in crescita di 20,2 milioni di euro (+26,9%). Salgono anche l’utile netto a 60,8 milioni di euro, con un incremento di 12 milioni di euro (+24,5%), e i ricavi che raggiungono i 426,3 milioni di eurocon un miglioramento di 46 milioni di euro (+12,1%). L’Ebitda di Gruppo ammonta a 122,2 milioni di euro rispetto ai 106,5 milioni di euro del 2013(+14,7%).
Le performance del Gruppo SIA mostrano l’aumento del valore della produzione pari a 436,4 milioni di euro, in progresso di oltre 40 milioni di euro rispetto all’esercizio precedente (+10,3%). I costi della produzione si attestano a 341,2 milioni di euro con 20,6 milioni di euro in più (+6,4%) rispetto al 2013.

Distribuzione del dividendo
Grazie ai risultati conseguiti nel 2014 con un utile d’esercizio pari a 59,6 milioni di euro e tenuto conto degli obiettivi di crescita e di stabilizzazione della redditività nel tempo, il CdA proporrà agli azionisti la distribuzione di un dividendo ordinario pari a 35,68 milioni di euro corrispondenti a 0,21 europer ciascuna delle 169.932.974 azioni.

Andamento del business 
Nel 2014 il Gruppo ha gestito complessivamente 12,2 miliardi di pagamenti (+146% rispetto al 2013) di cui 9,2 miliardi relativi a bonifici e incassi(+316%) e 3 miliardi effettuati con carte (+9%).

Sui mercati finanziari il numero delle transazioni di trading e post-trading è salito a 30,2 miliardi dai 28,6 miliardi del 2013, con un incremento di oltre il 5%.

SIA ha gestito un traffico di 326 terabyte di dati sui 180.000 km. della rete SIAnet in aumento dell’11,1% rispetto al 2013, con una totale disponibilità dell’infrastruttura e livelli di servizio del 100% su base annua.

FINANCIAL INSTITUTIONS
Nel 2014, i servizi di pagamento gestiti dal Gruppo per Banche e Istituzioni finanziarie hanno mostrato incrementi significativi per numero di transazioni e controvalore complessivo scambiato.

Nell’ambito dei servizi di monetica, il Gruppo SIA si conferma come l’unico processor in Europa in grado di gestire centralmente su un’unica infrastruttura tecnologica 65 milioni di carte di pagamento con brand nazionali e internazionali (in crescita di circa il 3%) e oltre 830.000 esercenti, erogando servizi di issuing ed acquiring in 15 paesi.

Per effetto del definitivo passaggio alla SEPA, l’andamento dei volumi sui canali di incasso e pagamento domestici ha evidenziato nel 2014 unadiminuzione delle transazioni del 61,5% dovuta principalmente alla dismissione dei bonifici e degli incassi commerciali. Prosegue il calo costante dei volumi degli assegni (-6,5% circa rispetto al 2013) che conferma il trend di sostituzione riscontrato negli ultimi anni a vantaggio dei pagamenti elettronici.

Per quanto riguarda le carte, si registra nel 2014 una significativa crescita dell’operatività con carte prepagate (+21,1%) e con carte di credito(+7,1%) rispetto al 2013. Si registra anche un aumento dell’11,9% rispetto al 2013 delle transazioni di acquisto su POS e di prelievo su ATM(rispettivamente Pago Bancomat e carte di debito Bancomat) e del +5,8% delle transazioni di debito internazionale (Maestro e Visa Electron/Vpay), a conferma del trend di crescita di mercato.

E’ proseguito inoltre lo sviluppo e la realizzazione delle soluzioni di mobile payments: durante lo scorso anno, tre importanti istituzioni finanziarie italiane con i due operatori telefonici leader di mercato hanno avviato la commercializzazione del servizio di pagamento via smartphone con tecnologia NFC (Near Field Communicaton), tramite l’hub di SIA, una piattaforma tecnologica “aperta” che permette la virtualizzazione di una carta di pagamento sulla SIM del cellulare con piena interoperabilità tra banche e telco.

Il 2014 è stato l’anno di “Jiffy”, la soluzione di SIA che permette di effettuare trasferimenti di denaro via smartphone in tempo reale ad un beneficiario identificato dal numero di telefono e con disponibilità dei fondi immediata: l'addebito e l'accredito avvengono infatti direttamente sul conto corrente tramite un bonifico "real time" eseguito tramite l’home banking in assoluta sicurezza. Al lancio si è accompagnata un’intensa attività commerciale che ha già portato 10 gruppi bancari italiani - che rappresentano una quota di mercato di oltre il 60% dei conti correnti nazionali - ad aderire al servizio.

CENTRAL INSTITUTIONS
Nel corso del 2014 il Gruppo SIA ha perseguito l’obiettivo di internazionalizzazione consolidando il posizionamento presso le banche centrali e attraverso lo sviluppo di iniziative progettuali e commerciali in nuove aree geografiche.

Nell’ambito dei Sistemi di Pagamento, si è rafforzata ulteriormente la partnership con EBA Clearing. SIA ha portato a termine con successo la migrazione dei bonifici e degli addebiti diretti verso i nuovi standard europei previsti dalla SEPA end-date. I volumi elaborati dalla piattaforma tecnologica pan-europea STEP2 gestita da SIA per conto di EBA Clearing, cui sono collegate oltre 4.800 istituzioni finanziarie di 34 paesi, sono cresciuti esponenzialmente, confermando sia il significativo miglioramento della capacità di processing per accogliere i volumi domestici delle varie comunità europee, sia l’alta affidabilità del servizio.
Da segnalare, in particolare, nel 2014 gli oltre 9 miliardi di pagamenti, con un incremento pari a oltre il 500% rispetto al 2013 e con un picco massimo giornaliero di 124 milioni di operazioni raggiunto a luglio di cui oltre 96 milioni di incassi e 28 milioni di bonifici.

Sul fronte degli e-payments, SIA ha inoltre, contribuito attivamente all’iniziativa pan-europea MyBank di Preta (controllata di EBA Clearing), che consente di effettuare acquisti online tramite il proprio home-banking, gestendo il nuovo servizio di directory centralizzato.

Per quanto riguarda i progetti per le banche centrali e le soluzioni della controllata Perago, nel 2014 sono stati completati quelli per la Banca Centrale del Libano e di Palestina relativi all’implementazione del sistema ACH. Dopo aver vinto il bando di gara, sono state anche avviate le attività di sviluppo del progetto relativo al nuovo sistema CSD in Kenya.

CAPITAL MARKETS 
Nell’area dei Capital Markets, si è consolidato il posizionamento internazionale del Gruppo SIA grazie soprattutto alla gestione e allo sviluppo di nuove funzionalità per il Gruppo London Stock Exchange, del quale SIA si conferma essere uno dei principali partner tecnologici per le piattaforme di servizio di fixed income trading (MTS) e post-trading (Monte Titoli).

L’anno scorso sui mercati finanziari sono state gestite complessivamente oltre 30 miliardi di transazioni, in aumento del 5% rispetto al 2013. In dettaglio, la piattaforma per MTS ha raggiunto volumi complessivi pari a circa 29,8 miliardi di transazioni, in crescita del 5% rispetto al 2013, mentre quella di Monte Titoli ha gestito quasi 0,4 miliardi di transazioni (+13%).

Sono proseguite le attività progettuali in ambito TARGET2-Securities (T2S) per permettere l’accesso alla nuova piattaforma unica europea promossa dalla Banca Centrale Europea per il regolamento delle transazioni in titoli domestiche e cross-border, il cui go-live per i depositari centrali che hanno aderito alla prima “wave”, come Monte Titoli, è previsto per giugno 2015.

E’ continuata inoltre l’evoluzione della tecnologia proprietaria di compliance SIA-EAGLE Surveillance (già attiva in Brasile presso CVM, la Commissão de Valores Mobiliáros) con l’obiettivo di consolidare il posizionamento sul mercato estero ed indirizzare i bisogni emergenti dalle nuove disposizioni normative europee ed internazionali con particolare attenzione alle linee guida IOSCO.
Complessivamente sono oltre 100 gli intermediari finanziari dislocati in 18 paesi che usano i sistemi di compliance e sorveglianza di SIA.

CORPORATE
Nel corso del 2014, il Gruppo si è concentrato prevalentemente sul presidio e consolidamento dei clienti Corporate e su interessanti nuove linee di sviluppo nel settore delle utility, delle assicurazioni e per le Payment Institution.

Nell’ambito dei servizi di Payment Factory che consentono lo scambio dei flussi di incasso e pagamento nazionali e internazionali con tutti gli interlocutori finanziari, l’infrastruttura Multinetwork (gestione centralizzata dei rapporti di tesoreria delle grandi aziende) ha registrato un aumento dei ricavi del 29,3% rispetto al 2013.
Crescono anche i volumi del Gateway multicanale (+21,3%) che permette di pagare bollette e bollettini presso i circa 190.000 punti di contatto con la clientela retail, distribuiti tra network commerciali e reti bancarie.

Relativamente alla monetica, si segnala il forte incremento dei servizi di eCommerce (+52,7% rispetto al 2013) e il positivo andamento dei mobile payments, grazie alla piattaforma per pagamenti NFC a disposizione dei principali operatori telefonici italiani. Sono inoltre aumentati del 3,5% i volumi dei servizi rivolti al settore petrolifero (fuel card e buoni carburante elettronici), mentre in ambito sosta e mobilità si conferma la crescita dei volumi Fastpay (+6,9%).
In aumento di circa il 12% il numero di terminali POS gestiti a fine anno – oltre 70.000 - nei settori telecomunicazioni, petrolifero, assicurativo e nel segmento dei buoni elettronici per la ristorazione.

Salgono del 5% anche i ricavi di EasyBox, la piattaforma integrata sviluppata da SIA per semplificare l’operatività degli Istituti di moneta elettronica (Imel) e Payment Institution, grazie all’attivazione di nuovi servizi di incasso e pagamento.

PUBLIC SECTOR
Durante lo scorso anno è stata costituita la Divisione Public Sector con l’obiettivo di presidiare il mercato della Pubblica Amministrazione italianae contribuire in maniera fattiva al processo di digitalizzazione del sistema Paese.

Le primarie attività sono state indirizzate alla definizione della strategia e allo sviluppo di nuove soluzioni e servizi, con una focalizzazione sul mercato della PA Locale.

In tale ambito, il primo obiettivo è stato quello di indirizzare i bisogni dei cittadini e degli Enti, in termini di semplificazione e razionalizzazione del ciclo di incassi e pagamenti, inclusa la fatturazione elettronica, di dematerializzazione e digitalizzazione della documentazione amministrativa.
E’ stata progettata la piattaforma EasyCity, unica in Italia, che automatizza e integra il ciclo attivo e passivo della PA, garantendo nel contempo il collegamento con il Nodo dei Pagamenti di AGID e il Sistema di Interscambio (SdI) di Sogei. Per quanto riguarda i pagamenti e la fatturazione elettronica, la soluzione Easycity garantisce la rendicontazione e riconciliazione puntuale delle informazioni con i sistemi contabili degli Enti e la completa digitalizzazione dei processi in logica “paperless” (passaggio dei documenti digitali ad un sistema di Conservazione).

Va segnalato, a tal proposito, che SIA è stata tra le prime società ad essere iscritta nell’elenco dei conservatori attivi accreditati presso l’Agenzia per l’Italia Digitale, ovvero dei soggetti accreditati per attività di conservazione dei documenti informatici.

In ambito sanità, oltre ad ampliare i servizi al cittadino già disponibili, è stata predisposta una piattaforma innovativa che verrà lanciata a breve e permetterà la gestione dei pagamenti elettronici presso le Aziende Ospedaliere.

NETWORK SERVICES
E’ in aumento (+11%) il traffico complessivo di dati trasportati sui 180.000 chilometri della rete SIAnet, l’infrastruttura tecnologica a banda larga multi servizi, ed è più che raddoppiata (121%) la disponibilità di banda installata che passa da 84 a 185 Gbps.

Ciò è dovuto essenzialmente al potenziamento del “Financial-Ring” che consente agli intermediari finanziari di accedere, attraverso un’unica infrastruttura di rete ad alta velocità e bassa latenza, ai mercati borsistici internazionali utilizzando gli hub di Milano, Londra, Budapest, Francoforte e New York. Attualmente sono collegate 23 trading venue operanti in Europa e Stati Uniti.
Il Financial Ring si è confermato anche come network di riferimento internazionale per i mercati Fixed Income, in quanto consente l’accesso con i massimi livelli di performance e sicurezza a tutte le piazze finanziarie collegate tramite un’unica connessione di rete.

L’operazione di razionalizzazione di alcuni impianti e del potenziamento della capacità di banda presso i clienti più importanti ha generato una leggera contrazione del numero dei nodi attivi totali passati da 580 a 561 (di questi 411 sono in Italia e 150 nel resto d’Europa).

Per il quinto anno consecutivo il livello di servizio dei network services ha fatto registrare il 100% assicurando così la piena disponibilità dell’infrastruttura per 365 giorni l’anno, 24 ore su 24, a supporto dell’erogazione dei servizi di SIA.

Da segnalare che il 2014 è stato l’anno di svolta nello sviluppo dell’offerta relativa ai servizi di Secure Messaging in Europa, trainati dalla conclusione del processo di migrazione alla SEPA. L’apertura del mercato dei servizi di rete europei introdotto dalla SEPA ha favorito la diffusione del Secure Messaging di SIA soprattutto in quei paesi, come ad esempio la Germania, che hanno fatto una scelta di sistema nel settore del processing delle transazioni SEPA collegandosi alla piattaforma STEP2 di EBA Clearing, raggiungibile da sempre anche attraverso la rete SIAnet.

L’assegnazione a SIA da parte della Banca Centrale Europea di una delle due licenze come Network Service Provider per accedere alla nuova piattaforma TARGET2-Securities ha fatto da traino allo sviluppo di una serie di servizi collaterali tra cui un nuovo prodotto per l’integrazione delle soluzioni di rete per T2S con gli ambienti di back-office titoli dei depositari centrali e dei Global Custodian e un’offerta completa per l’estensione dei servizi T2S ai clienti dei CSD.

Nel settore del Transaction Collection Management, con il rilascio di una soluzione di monitoraggio e controllo via web, è stata completata lapiattaforma tecnologica integrata per la raccolta delle transazioni tramite POS dei merchant utilizzando tutti i canali di collegamento disponibili. Questa nuova offerta di servizio è destinata a banche, gestori terminali e altri acquirer che, espandendo il proprio mercato di riferimento a livello internazionale (anche a fronte degli sviluppi della SEPA nel mondo carte), trovano in SIA un interlocutore tecnologico unico in grado di gestire il cosiddetto “ultimo miglio dei pagamenti”, indipendentemente dalla tipologia di connettività impiegata e dal paese dove la transazione ha origine.

GALLERIA FOTOGRAFICA
Andamento Business Gruppo SIA
Risultati economico-finanziari SIA e Gruppo